Come scegliere il forno giusto per le tue esigenze

Acquistare un forno rappresenta sempre una sfida difficile. La grande quantità di prodotti in commercio, la valutazione delle proprie esigenze e la comprensione dell’utilizzo che si intende fare di questo elettrodomestico rendono la scelta del forno uno degli aspetti più importanti e anche più complessi, di quando si arreda una cucina. Quest’ultima, infatti, è uno degli spazi più importanti e vissuti di una casa, ragione per cui è necessario scegliere con cura gli elettrodomestici che devono non solo essere belli esteticamente ma anche e soprattutto funzionali e capaci di adattarsi alle proprie necessità.
Il mercato consente si scegliere tra alcuni dei migliori articoli in produzione, come ad esempio di forni Lofra o i forni La Germania, forni in grado di soddisfare anche la clientela più esigente. Scopriamo insieme come scegliere l’elettrodomestico adatto alle proprie esigenze!

Forno elettrico: che cos’è

Il forno elettrico è un dispositivo che, negli ultimi tempi, ha quasi del tutto sostituito i modelli a gas, sicuramente caratterizzati da minori consumi.
Questo elettrodomestico riesce a cuocere mediante un sistema basato su due resistenze, le quali generano calore trasmettendolo agli alimenti.
Le moderne cucine con forno elettrico sono caratterizzate dalla presenza di dispositivi in grado di assicurare alcune importanti funzionalità. Oltre alla semplice cottura del cibo, i prodotti di ultima generazione offrono la possibilità di scegliere opzioni come la ventilazione, il grill, la vaporiera o il girarrosto.

In cosa consiste il forno a gas

Il forno a gas è elettrodomestico che, a differenza del forno elettrico, garantisce consumi energetici ridotti. Estremamente facile da utilizzare, questo dispositivi basa il suo funzionamento su un bruciatore che, posizionato nella parte inferiore del dispositivo, distribuisce calore all’interno del forno in modo uniforme.
Nonostante i forni di questo tipo non presentino le diverse funzioni che, invece, caratterizzano i forni elettrici, questi riescono a mantenere costante la temperatura desiderata, facilitando notevolmente la cottura dei cibi.

Forno a microonde combinato: una soluzione pratica

Oltre a quelli elettrici e quelli a gas vi è un’ulteriore tipologia di forno: quello a microonde, o meglio, a microonde combinato. Questo elettrodomestico, utilissimo per scaldare in pochi istanti ogni alimento, presenta le stesse caratteristiche dei classici forni a microonde, integrando però anche le diverse funzionalità che caratterizzano i modelli elettrici.
Immancabile nelle cucine moderne, questo dispositivo riesce a coniugare tre diverse modalità di cottura: microonde, grill e ventilata.
Nonostante gli importanti vantaggi e le notevoli funzionalità, il forno a microonde combinato non consente di grigliare alimenti, risultando, quindi, poco adatto alla cottura di alcune pietanze.

Forni autopulenti e forni catalitici: quando la pulizia è automatica

A gas o elettrico non è l’unica classificazione a cui sono soggetti i forni. Questi elettrodomestici, infatti, possono essere anche autopulenti o catalitici.
I primi rappresentano una soluzione ottimale per chiunque utilizzi questo dispositivo con molta frequenza. Questi, infatti, consentono di pulire in modo ottimale la superficie interna dell’elettrodomestico semplicemente premendo l’apposito pulsante volto a sciogliere il grassi aumentando la temperatura.
Altrettanto capaci di combattere lo sporco sono i forni catalitici, modelli realizzati mediante l’impiego di materiale capaci di evitare che la sporcizia si attacchi alle pareti.

Forni a gas e forni elettrici: qualche informazione sui consumi

Impossibile stabilire con precisione i consumi delle cucine moderne. Tuttavia, è possibile affermare che una cucina con forno elettrico in un’ora impiega tra i 900 e 1500 KWh.
Sicuramente minori sono, invece, i consumi di un forno a gas. Gli elettrodomestici alimentati da bruciatore riescono, infatti, a mantenere invariata la temperatura, garantendo non solo una cottura uniforme, ma anche e soprattutto un notevole risparmio in bolletta. In ogni caso, considerati i tempi difficili in materia di energia si suggerisce di approfondire consultando l’articolo di consulente-energia.

Quali sono le dimensioni che deve avere un forno

Un ulteriore aspetto di cui preoccuparsi quando si acquista un forno sono le dimensioni. Le colonne forno sono solitamente caratterizzate da una larghezza pari a 60 cm e da una lunghezza che va dai 204 ai 228 cm. A ogni modo, per avere un’idea più chiara sulle diversità di grandezza a secondo i marchi in commercio, si suggerisce di consultare Tekworld.it. In questo caso, è necessario sapere che l’acquisto di prodotti come questi obbliga a modificare la misura della colonna forno, in maniera tale da permettere a questa di ospitare l’elettrodomestico senza alcun problema.
Prima di acquistare il proprio forno, è doveroso verificare gli spazi a disposizione, in quanto solo in questo modo sarà possibile comprendere con maggiore precisione verso quale articolo orientare l’acquisto.

Torna in alto