Tutto sui lambruschi reggiani
Enogastronomia e Food

Tutto sui lambruschi reggiani

I Lambruschi Reggiani sono una gioia per gli amanti del vino, un tesoro enologico dell’Emilia-Romagna, in particolare nella zona di Reggio Emilia. In questo articolo, esploreremo tutto ciò che c’è da sapere su questi vini unici, dai tipi di Lambrusco alle uve utilizzate, dai migliori Lambruschi disponibili al motivo per cui sono così frizzanti.

Quanti tipi di Lambrusco ci sono?

I Lambruschi Reggiani sono una famiglia di vini rossi noti per la loro vivacità e varietà. Esistono diverse varietà di Lambrusco, ciascuna con le sue caratteristiche uniche:

  1. Lambrusco Grasparossa: Conosciuto per il suo colore intenso e il sapore robusto, il Lambrusco Grasparossa è uno dei più amati. È tipicamente secco o leggermente frizzante.
  2. Lambrusco Salamino: Questa varietà produce un vino dal colore rosso rubino e un sapore equilibrato tra dolcezza e acidità. È noto per il suo profumo fruttato.
  3. Lambrusco Sorbara: Il Lambrusco Sorbara è leggermente più chiaro in colore rispetto ad altre varietà e offre un profumo floreale. È spesso associato a una dolcezza moderata.
  4. Lambrusco Maestri: Questo Lambrusco è utilizzato principalmente per la produzione di spumanti. Ha un colore rosso intenso e un sapore leggermente frizzante.
  5. Altre varietà: Oltre alle principali varietà sopra menzionate, esistono anche altre varietà meno conosciute di Lambrusco, ognuna con le proprie peculiarità.

Che uva si usa per fare il Lambrusco?

Il Lambrusco prende il nome dalla famiglia di vitigni chiamata “Lambrusco”, che è alla base della produzione di questi vini. Le principali uve utilizzate per fare il Lambrusco includono:

  • Lambrusco Maestri: Questa è una delle varietà più comuni utilizzate per la produzione di Lambrusco, ed è spesso miscelata con altre varietà per creare un vino ben equilibrato.
  • Lambrusco Grasparossa: Questa varietà conferisce al vino il suo colore intenso e il suo carattere robusto. È una componente chiave di molti Lambruschi Reggiani.
  • Lambrusco Salamino: Questa varietà è ampiamente utilizzata e contribuisce a creare Lambruschi equilibrati e aromatici.
  • Lambrusco Sorbara: Utilizzato per Lambruschi più chiari e leggermente frizzanti, il Lambrusco Sorbara aggiunge freschezza e profumi floreali al vino.

Quali sono i migliori Lambruschi?

La scelta dei migliori Lambruschi può variare a seconda dei gusti personali. Tuttavia, ci sono alcune etichette che spiccano per la loro qualità e reputazione:

  1. Lambrusco di Sorbara DOC: Questo è uno dei Lambruschi più pregiati e raffinati, noto per la sua eleganza e fragranza.
  2. Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC: Questo vino offre un equilibrio perfetto tra fruttato e acidità, ed è altamente apprezzato dagli intenditori.
  3. Lambrusco Reggiano DOC: Una denominazione di origine controllata che garantisce la qualità e l’autenticità dei Lambruschi prodotti nella zona di Reggio Emilia.
  4. Lambrusco dell’Emilia IGP: Un’etichetta più accessibile, ma comunque deliziosa, che rappresenta bene lo spirito dei Lambruschi Reggiani.

Perché il Lambrusco è frizzante?

Il Lambrusco è noto per la sua effervescenza, che contribuisce al suo fascino unico. La frizzantezza del Lambrusco è il risultato di una seconda fermentazione, chiamata fermentazione in bottiglia. Durante questa fase, viene aggiunto zucchero e lievito al vino già fermentato. Il processo di fermentazione crea anidride carbonica, che rimane intrappolata nella bottiglia, dando al Lambrusco la sua naturale effervescenza.

In conclusione, i Lambruschi Reggiani sono una categoria affascinante di vini rossi italiani. Con le loro varietà uniche, le uve speciali e il carattere frizzante, sono una scelta deliziosa per gli amanti del vino in cerca di qualcosa di speciale. Sperimenta diverse varietà e scopri il Lambrusco che meglio si adatta ai tuoi gusti, magari accompagnandolo con la cucina tradizionale dell’Emilia-Romagna.