Mutui e mercato immobiliare, ecco le novità

Mutui e mercato immobiliare, ecco le novità

Il mercato immobiliare italiano continua a crescere, nonostante di recenti i tassi dei mutui sono in salita e le prospettive dicono che dovrebbero salire ancora. Ma per fortuna, almeno per il momento, il mercato tiene e, anzi, continua a far registrare numeri interessanti ed estremamente positivi su tutto il territorio nazionale, seppur con diverse differenze.

C’è una ricerca di immobili di nuova o recente costruzione che adottano tecnologie sostenibili e efficienti dal punto di vista energetico e di soluzioni con spazi più ampi per lo smart working. Vi è anche una maggiore predisposizione all’acquisto, rispetto all’affitto. Basti pensare agli affitti a Siena, a questo proposito ti invitiamo a visitare il seguente sito internet per avere maggiori informazioni www.offrocasa.com, che paradossalmente hanno un costo mensile più alto rispetto ad una rata di mutuo.

Anche le agevolazioni dedicati ai più giovani, per l’erogazione di un mutuo per l’acquisto della prima casa, fanno da traino a questo momento favorevole. Crescono anche gli investimenti immobiliari, ovvero persone o società che acquistano immobili da mettere a reddito.

Insomma, crescono i tassi ma il mercato non intende fermarsi. In questo articolo vogliamo analizzare nel dettaglio tutto quello che riguarda questi due aspetti in particolare.

Crescono i tassi

Dunque, i dati confermano che i tassi sono in crescita e le previsioni suggeriscono che ci si deve aspettare ulteriori aumenti da qui alla fine dell’anno.

A giugno l’Irs è al 2,28% rispetto a 1,78% registrato a maggio, questo per quanto riguarda la scadenza a dieci anni. Mentre se ci riferiamo a quella dei venti anni si passa da 1,84% a 2,31%.

Inoltre, si assiste anche ad una corposa differenza relativa allo spread per tra mutuo a tasso fisso e mutuo a tasso variabile. Resta inteso comunque che, ad oggi, la situazione mutui in Italia è estremamente favorevole e i tassi si mantengono su livelli piuttosto contenuti, motivo per cui le erogazioni sono in crescita, così come le compravendite di immobili.

Chiaro è che con la previsione di ulteriori aumenti non è facile, ad oggi, ipotizzare quella che potrebbe essere l’evoluzione del mercato immobiliare nei prossimi mesi, anche se per ora resta una certa fiducia da parte degli operatori del settore.

Mutui in forte crescita

Continua la forte crescita dell’erogazione di mutui, la media sfiora i 150.000 euro ed è il livello più elevato degli ultimi dodici anni, si tratta dunque di numero fortemente incoraggianti.

Ormai lo possiamo dire senza timore di smentita, il mercato è riuscito finalmente a mettersi definitivamente alle spalle le due terribili recessioni causate prima dalla crisi economica mondiale e poi dalla pandemia da Covid 19 che frenato gli acquisti.

Un altro motivo che spinge sempre più in alto il mercato è legato ad una buona collaborazione da parte delle banche, che oggi sono più disponibili a concedere i mutui rispetto al passato. Grazie a questa operazione sono state rese possibili anche le compravendite più complicate.

Infine una curiosità, sono in forte crescita anche i mutui green, ovvero prodotti estremamente recenti che spingono gli investimenti, grazie alle loro condizioni molto vantaggiose.

Aumentano anche i prezzi delle case

Anche i prezzi delle case sono in salita, stiamo piano piano tornando ai livelli pre pandemia e questo è un altro segnale di grande positività.

In realtà però è un dato quasi a sorpresa, dato che le stime parlavano di prezzi al ribasso proprio a causa della pandemia, ma per fortuna così non è stato.

Appare evidente che sempre più persone hanno deciso di investire nel mattone, da sempre investimento sicuro, proprio a causa delle tante incertezze economiche causate dalla pandemia prima e dall’attuale guerra poi.

Da non sottovalutare un altro aspetto relativo alle diverse necessità abitative, infatti con lo smart working si rende necessario trovare abitazioni con un locale da adibire a ufficio e durante il lockdown si è sentita la necessità di avere almeno uno spazio esterno che sia un balcone o il giardino.

Torna in alto